Zero: inizio e fine del tempo

Zero: inizio e fine del tempo Visualizza ingrandito

Fabio Cerroni

120

n/a

Universitalia

n/a

240x165

9788865070345

Nuovo prodotto

€ 12.00

Come direttore, assieme alla professoressa Rosalma Salina Borello, della collana Scienza & Cultura edita da Universitalia, sento il dovere e l’opportunità di chiarire le ragioni per le quali l’ottimo libro del professor Fabio Cerroni – che si presenta nella forma letteraria del romanzo – può, a tutto diritto, trovare posto in una collana dedicata alla scienza e alla cultura. In commercio si trovano ottimi libri di divulgazione scientifica sia di autori stranieri (purtroppo in netta maggioranza) sia di autori italiani. Tali testi, che utilizzano volutamente un linguaggio non tecnico e un’impostazione più concettuale che formale, volta a volgarizzare le idee della scienza, evitando l’azione di rigetto spesso dovuta all’impatto con il linguaggio rigoroso ma strettamente tecnico dello specialista, richiedono pur sempre un minimo di applicazione mentale. La nostra epoca, caratterizzata da un vistoso dinamismo esteriore è, per contro, avvilita da una preoccupante pigrizia mentale, il cui decorso patologico è sicuramente aggravato dall’abitudine, ormai dilagante specialmente nei giovani, di accettare passivamente dal mondo esterno le informazioni attraverso un flusso continuo di immagini. Infatti, lo stare soltanto a “vedere” senza “guardare e osservare”, né tanto meno senza “fare”, porta inevitabilmente ad un atteggiamento di passività rinunciando ad essere protagonisti del nostro pensiero. Questa è una delle ragioni per cui molti giovani disertano sempre più la lettura, e in primis la buona lettura, quella colta e dotta di un tempo. Allora come fare per “svegliare” da questo sonno mentale quei giovani? La pigrizia non è altro che una forma di inerzia e come tale, per vincerla, occorre una forza esterna, un’azione correttiva e stimolante.

30 altri prodotti della stessa categoria: