Inside Me

Inside Me Visualizza ingrandito

Alex Mezzenga

180

2014

Universitalia

n/a

270x200

9788865076521

Nuovo prodotto

€ 24.00

Da almeno dieci anni, seguo con interesse crescente, l’opera fotografica e di testimonianza-documentazione di Alex Mezzenga. L’ho conosciuto, appunto dieci anni fa: partecipava ad uno dei corsi che dirigevo. Da allora, con il consenso unanime della giuria vinse con il suo porfolio il Premio Le Logge al Toscana Foto Festival di Massa Marittima. Ha tenuto mostre personali in Italia e all’estero soprattutto, è maturato come fotografo, sempre sensibile all’impegno civile, alla denuncia delle miserie e delle violenze che caratterizzano il nostro tempo. Ha collaborato e collabora con prestigiosi periodici (tra gli altri, “L’Espresso”). Ha tenuto e tiene corsi, a sua volta, convinto che, oltre a trasmettere tecnica, ispirazione creativa ed emozioni, agli altri, un bravo maestro, da maieuta, si arricchisce con la frequentazione e la conoscenza degli altri. È via via cresciuto come uomo libero-autonomo, ha intensificato la sua voglia di vivere, di creare. Oggi, ci regala il suo primo libro fotografico. È un affascinante, coinvolgente libro di reportage, che testimonia e denuncia alcuni dei mali del nostro tempo. Suddiviso in quattordici capitoli le immagini sono a colori per dieci capitoli-testimonianze e in bianco e nero per tre reportage di denuncia-testimonianza ("Plaza 20 de Julio",“Le Facce Scoperte di Tor Bella Monaca”, “La nevicata del 12”) e un work in progress. Tutte, comunque, sono all’insegna della vita, dell’attualità. Perché Alex sa cogliere i momenti della vita, che testimonia e denuncia attraverso un linguaggio, una scrittura che non è solo cronaca, ma nasce da una profonda e spontanea riflessione interiore sulla fotografia come espressione creativo- artistica, come comunicazione e come impegno civile. Le sue immagini ci ricordano il linguaggio spesso visionario, la scrittura del realismo magico, e ci ricordano le migliori pagine di scrittori come Dino Buzzati, Gianni Celati, Gadda, o come l’emiliano Ermanno Cavazzoni, e il grande regista visionario Federico Fellini. Per cui, anche le sue creazioni dedicate alla vita quotidiana, ai momenti di lavoro, come a quelli di gioia, di festa e a quelle (che sono la stragrande maggioranza) dedicate alla testimonianza-denuncia delle miserie, della drammaticità della violenza, delle guerre in Medio Oriente, come al confine libano-israeliano, sono realisticamente magiche, spesso visionarie.

30 altri prodotti della stessa categoria: