Massimiliano Silvestri, “Sentìi na vucia dietro a quelle scoglie…” Storia dei canti della Passione di Diamante dalle origini ai giorni nostri

“Sentìi na vucia dietro a quelle scoglie…” Storia dei canti della Passione di Diamante dalle origini ai giorni nostri Visualizza ingrandito

Massimiliano Silvestri

114

2020

UniversItalia

n/a

240x165

978-88-3293-383-3

Nuovo prodotto

€ 15.00

Quando ci s’immerge nel vasto e variegato uni-verso della religiosità popolare, cercando di carpirne il senso profondo, si resta sorpresi dalle espressioni del suo mondo simbolico e rituale, che affonda le ra-dici in epoche spesso arcaiche di cui, talvolta, è diffi-cile comprendere gli elementi culturali. Non di me-no, la vera religiosità popolare sgorga sempre da quel Mistero profondo da cui trae ispirazione e vita. Essa appare, in certo senso, come la lingua madre parlata da tutti gli uomini in quella sorta di antepri-ma della storia che potremmo collocare prima dei processi che hanno portato all’istituzione delle varie religioni. Tutte, comunque, a loro modo, inneggiano al Dio della Gloria. Il cattolicesimo e il protestantesimo hanno avuto due canti popolari di alto livello artistico. L’inno nel cattolicesimo, il corale nel protestantesimo. I giardini nei quali sono fioriti inni e corali sono stati sempre luoghi di canti in bellezza nobile e semplice che han-no inneggiato al Dio della Gloria.

30 altri prodotti della stessa categoria: