Una schiavitù chiamata migrazione

Una schiavitù chiamata migrazione Visualizza ingrandito

Fabio Prata

186

2017

Universitalia

0.450g

n/a

9788832930146

Nuovo prodotto

Fabio Prata è nato a Roma nel 1972, abita a Gallicano nel Lazio, “vive” a Zagarolo. È laureato in Scienze dell’investigazione, presso l’Università degli Studi dell’Aquila

Maggiori dettagli

€ 14.00

Un detto asserisce che la storia è scritta dai vincitori. Lo si dice da sempre, lo dicono anche i professori di storia, che però continuano a insegnarla così come è scritta nei libri, e il popolo e loro stessi continuano a crederci. Se teniamo conto del detto, dobbiamo invece concludere che la storia, come viene presentata nei li-bri, è necessariamente in larga misura falsa, e va ri-scritta. Tutta. Diciamo almeno a partire dal 21 aprile del 753 avanti Cristo, con l'assassinio di Remo, che avrebbe osato oltrepassare il solco tracciato da Romo-lo per delimitare i confini della futura città!

30 altri prodotti della stessa categoria: